Crea sito

Browse By

Afghanistan, così i Talebani addestrano i bambini soldato

Accade nella provincia di Kunar. I bambini vengono spinti ad usare le armi dagli insorti. Nonostante gli accordi di Doha, gli attacchi non sembrano subire pause, anzi sono aumentati in maniera esponenziale. E con loro sono in forte crescita i reclutamenti dei “bambini soldato”, sempre più utili a stanare le forze di sicurezza afghane senza eccessivi controlli

di Pierluigi Bussi

In Afghanistan la guerra di propaganda dei Talebani negli ultimi mesi non dà tregua. I bambini delle zone rurali e sperdute del Sud Est afghano sono sempre più presi di mira. Nell’ultimo anno i fondamentalisti islamici hanno il pieno controllo delle provincie al confine con il Pakistan: nonostante gli accordi di Doha, gli attacchi non sembrano subire pause, anzi sono aumentati in maniera esponenziale. E con loro sono in forte crescita i reclutamenti dei “bambini soldato”, sempre più utili a stanare le forze di sicurezza afghane senza eccessivi controlli.

In questo video i talebani sono in un villaggio della provincia di Kunar situata nella parte sud-orientale dell’Afghanistan al confine con il Pakistan. Incitano i bambini ad usare le armi. Le loro parole in lingua pashto sono inequivocabili. “Questi sono i soldati di Dio e si sacrificheranno per l’amore di Dio, scacceranno via gli infedeli dall’Afghanistan. I bambini a questa età sono pronti per il sacrificio in nome di Allah, il popolo afghano è con i talebani, sia le donne che gli anziani e soprattutto i bambini aiuteranno i talebani. Con il loro sostegno sconfiggeremo gli infedeli. Allah accetterà il loro sacrificio”. I bambini rispondono con grande fervore. “Allahu Akbar. Viva i talebani e morte al governo afghano e alle milizie locali”.

Le forze talebane in Afghanistan hanno aggiunto decine di bambini ai loro ranghi negli ultimi anni in violazione del divieto internazionale sull’uso dei bambini soldato, hanno utilizzato scuole religiose islamiche per addestrare i bambini fin dalla giovane età. Spesso iniziano a studiare materie religiose all’età di sei anni e apprendono le abilità militari intorno ai 13 anni. Di solito, questi ragazzi non vengono presi con forza. Le madrase talebane attraggono molte famiglie povere perché i talebani coprono le loro spese e forniscono cibo e vestiario ai bambini. In alcuni casi offrono anche denaro.

Il diritto internazionale umanitario, proibisce il reclutamento e l’arruolamento di bambini di età inferiore ai quindici anni in forze armate o gruppi o utilizzarli per partecipare attivamente alle ostilità. Si tratta di un crimine di guerra ai sensi dello Statuto di Roma della Corte penale internazionale, a cui appartiene l’Afghanistan. Coloro che commettono, ordinano, assistono o hanno responsabilità di comando per crimini di guerra sono soggetti ad azione penale da parte della Corte penale internazionale o dei tribunali nazionali.

VIDEO

la Repubblica

Please follow and like us: