Crea sito

Browse By

Auguri Mamme…

di Maria Luigia Alimena

Il più bel complimento ricevuto credo di averlo avuto da una donna, una psicologa che incontrai in Chiesa.
Dopo aver parlato della mia esperienza di vita mi disse: sei nata per essere mamma, hai un istinto materno fortissimo, con tutti.
Oggi mi chiedo se questo istinto mi abbia sempre fatto bene.

Le mamme sono sempre fonte di giudizio.
Così si sprecano le discussioni sui termini. Madre, la genetrice e mamma, colei che ama.

Nella mia vita ho la fortuna di incontrare tante donne, di conoscerne le storie ed in ogni storia farei fatica a distinguere così nettamente la madre dalla mamma.
In alcune è chiaro.
In altre è confuso.
In altre ancora:non pervenuto.

Ogni vita è fatta di scelte ed ogni scelta va compresa e ci vuole volontà a comprenderla.
Così posso dire: ho conosciuto donne che hanno generato ed amato anche con il gesto estremo dell’abbandono e della morte.

La mia amica Marianna ha scelto per sé stessa il percorso più difficile, ha rischiato ed è morta per dare la vita: conoscete gesto più estremo dell’amore di una madre?

Barbara ha portato a termine la sua gravidanza e poi ha lasciato in affido la sua bambina, con consapevolezza si è assunta la responsabilità di dire”non potrei darle tutto l’amore e la stabilità che vorrei e non so”. Io non so dire di lei se sia stata più madre o più mamma in quella unica scelta per sua figlia.

Franca per amore e dignità è partita, ha trovato lavoro in un altro Paese e dopo aver lottato qui per i suoi figli, per loro ha accettato lavoro altrove, lontana, schiava del tempo che scorre e del suo amore infinito, distante ma sempre vicina, nonostante tutto.

Santa che per amore dei figli ha rinunciato all’amore di un uomo ma questa scelta non è così palese agli occhi degli altri e il cui peso oggi è solo il suo e di nessun altro.

Rosetta ed il coraggio di andare, da sola, senza aiuti, a mani nude e cuore libero con il coraggio di lavorare e pochi spicci in tasca,sarebbe facile dire che con due figli da crescere è stata una incosciente ed invece è stata la scelta di una mamma che ama ed ha vinto.

Donne che affidano il proprio amore alle scelte ed in quelle scelte è il peso dell’abito di madre e di mamma.

E poi ci sono quei papà la cui forza e il cui amore infinito per essere descritto ha bisogno di essere definito materno, ma il cui peso e la cui leggerezza spontanea sta proprio nel fatto che si tratta di un papà e non di una mamma.

Ogni scelta ha un peso e quel peso a volte è inverso alla misura della bilancia di chi guarda e giudica.
Di tutti i pesi che una madre porta con sé, il più pesante fardello è proprio il suo giudizio, quello di nessun altro.

I “se” di una madre sono quelli che, a mio parere, costruiscono la mamma, a volte in una scelta unica, a volte in un inciampo del destino, a volte in quelle infinite della quotidianità.
E magari pur non diventando mai madri ci sono donne che amano figli non propri, figli di altri, figli in affido, figli che ti scelgono.

Allora “Viva la mamma”
Viva le regole e le buone maniere
Quelle che non ho mai saputo imparare… Perché nell’essere Madre la regola non esiste, esiste la scelta….

Auguri Mamme