Crea sito

Browse By

Giovanni Toti saluta “la prima bimba ligure nata a Genova”, scontro con la Lega: non è italiana, no allo Ius soli

La piccola di origini straniere è stata oggetto di insulti sulla pagina Facebook del presidente ligure che ha replicato: “Eʼ una benedizione e va accolta come tale, senza polemiche inutili e dannose”

Botta e risposta a distanza fra il presidente della Liguria e la Lega, alleato di maggioranza in Regione. Tutto è iniziato quando Giovanni Toti ha salutato su Facebook la prima bimba ligure nata a Genova nel 2021, una piccola di origini nigeriane. Il post è stato però subissato di commenti razzisti. Il presidente ha ribadito che “chi nasce in Liguria è ligure”. Ma la Lega ha attaccato: “Non è italiana, no allo Ius soli”.

“Chi nasce in Liguria è ligure” Toti è stato poi costretto a intervenire commentando il suo stesso post: “I commenti razzisti verranno rimossi dai moderatori della pagina. Una bambina che viene al mondo è una benedizione e va accolta come tale, senza polemiche inutili e dannose a qualsiasi dibattito democratico. Proviamo a iniziare il 2021 con un nuovo passo”. E infine: “Chi nasce in Liguria è ligure”.

Lo scontro con la Lega Sul tema è entrata a gamba tesa la Lega, che ha corretto il presidente ligure. “Non si può definire italiano, né ligure, chi nasce sul nostro territorio da genitori stranieri. Auguri e benvenuti a tutti i nuovi nati del 2021 in Liguria, ma ribadiamo che per essere italiani e liguri sia necessario intraprendere un percorso ben definito e quindi richiedere successivamente la cittadinanza, secondo quanto previsto dalle norme vigenti. No allo Ius soli”, ha sottolineato il capogruppo regionale Stefano Mai. “Con la Lega al governo in Liguria cosi’ come, speriamo presto, a Roma – ha aggiunto Mai – non accadrà mai che l’acquisizione della cittadinanza italiana avvenga come semplice conseguenza del fatto giuridico di essere nati in Italia. Occorre difendere le nostre tradizioni e la nostra identità. Pertanto, la trasmissione alla prole della cittadinanza dei genitori, sulla base della discendenza e non del luogo di nascita, è fondamentale”.

TGCOM24

Please follow and like us: