Crea sito

Browse By

13enne bullizzata e pestata dal branco perché nera: “Araba di m***a, torna al tuo paese”

La ragazzina era stata presa di mira dai due compagni di classe di una scuola media al Collatino già da diverso tempo, tanto che per lei la quotidianità era diventata un incubo. Dopo l’aggressione è stata portata in ospedale, poi è andata a sporgere denuncia ai carabinieri. Mentre veniva picchiata, una comitiva di ragazzini incitava i bulli.

di Natascia Grbic

Una storia di bullismo, razzismo, e prevaricazione quella avvenuta al Collatino, quartiere che si trova nella periferia Est di Roma. Una ragazzina di 13 anni è stata picchiata da due suoi coetanei perché araba e nera. Prima gli insulti, giornalieri, quando erano a scuola, tanto da spingerla a non essere serena ogni volta che si recava in classe. Poi i due bulli – un ragazzo e una ragazza che l’avevano presa particolarmente di mira per il colore della pelle – sono passati ai fatti. E l’hanno brutalmente pestata, facendola cadere in terra e prendendola a calci e pugni. Due contro uno, con l’intera comitiva che li incitava. A colpire ripetutamente la vittima in terra, soprattutto una ragazzina. La vicenda è raccontata da RomaToday, che spiega come sia nato l’incubo per l’adolescente e come sia sfociato nell’aggressione di qualche giorno fa.

Il pestaggio risale al 16 settembre. La ragazzina, che durante il lockdown aveva trovato un po’ di serenità, era tornata a scuola. Quel pomeriggio sarebbe dovuta andare a una festa di compleanno: è andata a prendere una sua amica e si sono dirette verso il locale. Passando davanti un parco, hanno incontrato i due bulli. Che, riconoscendo l’adolescente, si sono avvicinati e hanno cominciato a insultarla.

“Araba di merda. Tornate al vostro paese. Figli di puttana”.

Dopo gli insulti, il pestaggio, con la ragazzina gettata in terra e presa a calci e pugni. Le hanno sputato addosso e hanno girato persino un video che, come riporta la vittima, è stato girato in varie chat della scuola.

Quando la ragazzina è arrivata alla festa ha dato il regalo all’amica. Il volto tumefatto, i segni delle percosse e i vestiti strappati. Quindi, ha chiamato i genitori e ha chiesto di farsi venire a prendere. Una volta lì, è giunta anche l’altra ragazzina accompagnata dalla madre, additando la 13enne e dicendo di essere stata picchiata da lei. Anche la donna, come la figlia, ha quindi cominciato con gli insulti razzisti e a minacciare la madre della ragazza. I genitori della vittima hanno quindi chiamato il 112 e sul posto sono arrivati i carabinieri. L’adolescente picchiata è stata portata in ospedale al Sandro Pertini, dove è stata refertata con un “trauma al volto” e un “trauma policontuso all’orecchio sinistro”. I due bulli che l’hanno picchiata sono stati denunciati dai carabinieri.

fanpage

Please follow and like us: