Crea sito

Browse By

Bomba contro una scuola a Kabul, strage di studentesse

Strage di studentesse in un quartiere sciita in Afghanistan. Almeno 50 persone sono morte e altre decine sono rimaste ferite in un’esplosione davanti a una scuola di Kabul.
«Mirare principalmente agli studenti di una scuola femminile rende questo un attacco al futuro dell’Afghanistan».

L’islam più arretrato e disumano
Sono almeno una cinquantina, secondo un bilancio ancora provvisorio, le vittime di una esplosione avvenuta oggi davanti a una scuola a Kabul. La scuola è la ‘Sayed ul Shuhada school’, che ospita al mattino ragazzi e al pomeriggio ragazze. L’attacco è avvenuto intorno alle 16 ora locale per cui tra le vittime, secondo le prime informazioni, ci sono molte studentesse. Altre decine di persone –parenti accompagnatori- sono rimaste ferite, secondo quanto riferito dal ministero degli Interni.

Nessuna rivendicazione, troppo anche per l’orrore
L’esplosione è avvenuta nel distretto di Dasht-e-Barchi, a ovest della capitale afghana, mentre i residenti stavano facendo acquisti per la festa musulmana di Eid al-Fitr che segnerà la fine del mese di digiuno del Ramadan la prossima settimana. Secondo le prime ricostruzioni, a esplodere sarebbe stata un’autobomba, seguita poi da altri boati forse causati da razzi. Le immagini che circolano in rete mostrano colonne di fumo nero innalzarsi sopra il quartiere.

Stato islamico o integralisti sunniti
Le esplosioni sono avvenute nella parte occidentale della capitale, in un quartiere abitato dalla comunità sciita che negli anni è stato spesso attaccato dai militanti dello Stato Islamico. Per ora nessuno ha rivendicato l’attacco di oggi. Il portavoce di Talibani Zabihullah Mujahid ha negato il coinvolgimento del gruppo e ha condannato l’incidente.

«Attacco al futuro dell’Afghanistan»
Il delegato della missione dell’Unione europea in Afghanistan. «Mirare principalmente agli studenti di una scuola femminile rende questo un attacco al futuro dell’Afghanistan».

REMOCONTRO

Please follow and like us: