Crea sito

Browse By

In Libia è salito a 75 mila il numero degli sfollati dall’inizio dell’offensiva di Haftar…

Gli ultimi dati diffusi dall’Ufficio delle Nazioni Unite per gli Affari umanitari (Ocha): Tra gli sfollati il 48% sono minori e il 51% donne.

Ancora a dire che non c’è la guerra e chi chi scappa deve essere riportato indietro? E’ salito a 75mila il numero degli sfollati causati dai combattimenti a Tripoli, teatro dal 4 aprile dell’offensiva annunciata dal generale Khalifa Haftar per “liberare” la capitale libica dai “gruppi terroristici”.
Lo evidenziano gli ultimi dati diffusi dall’Ufficio delle Nazioni Unite per gli Affari umanitari (Ocha) e aggiornati a ieri. Tra gli sfollati il 48% sono minori e il 51% donne.

In un rapporto l’Ocha sottolinea che la situazione umanitaria a Tripoli “continua a deteriorarsi” come “conseguenza diretta del conflitto armato”. I bombardamenti aerei e i tiri di artiglieria contro le aree popolate “continuano a causare vittime civili“, denunciano le Nazioni Unite, evidenziando che almeno 6 persone sono morte e cinque sono rimaste ferite in un raid aereo condotto il 14 maggio su Qasr Bin Ghashir. Dall’inizio degli scontri, sostiene l’Ocha, si contano 29 civili uccisi e e 97 feriti…

www.globalist.it