Crea sito

Browse By

I sogni non si possono rubare

di Sebastiano Fezza

La guerra li ha privati di molte cose, ha portato via persone care, amici, parenti, ma c’è qualcosa che neanche le bombe possono distruggere, i sogni.
I bambini che vivono nelle aree di conflitto continuano a sognare, a immaginare la loro vita da adulti,
lo fanno tra le macerie delle città distrutte, lo fanno nei campi profughi.

Cosa sognano i bambini in guerra, sognano una casa, una scuola, sognano di tornare a giocare con i loro amici, sognano il loro futuro, sognano di diventare dottori per curare i feriti, sognano di diventare ingegneri per ricostruire le case distrutte dalla guerra.

Sognano di diventare insegnanti per istruire altri bambini, sognano di diventare giornalisti, scrittori e fotoreporter per raccontare cosa è successo nel loro Paese affinchè non succeda più.

La guerra è dietro l’angolo, si riflette nei loro occhi, ma continuano a sognare nonostante tutto.
I bambini sono solo bambini, i loro sogni sono il nostro futuro.

Please follow and like us: